Viaggiare con i bambini autistici in aeroporto: consigli utili

Quando si vuole prenotare una vacanza con i bambini, ci sono in Rete tantissimi siti e blog per organizzare una trasferta nei minimi particolari.

Viaggiare con i bambini autistici in aeroporto consigli utili

Si trova però meno materiale relativo a consigli di viaggio per famiglie con bambini autistici.

Uno dei problemi principali per chi viaggia con un bambino autistico è l’aeroporto: le sue luci, i suoni, le persone che corrono e si accalcano potrebbero mettere a disagio il bambino.

È per questo che ad Atlanta, negli USA, è stata aperta la prima sala multisensoriale per viaggiatori autistici nell’aeroporto F Concourse. Al suo interno ci sono pannelli tattici per attività sensoriali, giochi ed altri strumenti di intrattenimento dove trascorrere il tempo d’attesa con i bambini.

Restando sempre oltreoceano, altri scali organizzati per rendere confortevole il viaggio a questi passeggeri sono: Philadelphia, New York, Detroit, Washington DC e altri.

Qui sono previsti diversi programmi di formazione per permettere agli autistici e ai loro accompagnatori di esplorare ogni fase del processo di viaggio, dal check-in fino a vere e proprie simulazioni di atterraggio su un aereo.

In Europa, aeroporti simili si trovano a Manchester e Newcastle Upon Tyne, nel Regno Unito. Anche qui sono stati creati speciali programmi per la sicurezza e la serenità dei bambini con autismo che viaggiano in aereo.

Un altro aeroporto è quello di Dublino, che dispone di guide che aiutino gli accompagnatori dei bambini autistici a familiarizzare con i nuovi spazi e i nuovi rumori.

In Italia dal 2015 è partito il progetto dell’ENACAutismo-In viaggio attraverso l’aeroporto“, con una serie di raccomandazioni rivolte agli accompagnatori per aiutare bambini e adulti autistici ad accettare serenamente il loro viaggio.

Per quanto riguarda l’iter da seguire in aeroporto:

  • evitare di fare le cose di corsa
  • preferire il check-in online per evitare tempi di attesa
  • imbarcatevi per ultimi per ridurre al minimo i tempi di attesa all’interno dell’aereo

Al controllo della security, avvisate lo staff che state viaggiando con un bambino autistico, in modo da accelerare i controlli, così come a bordo del velivolo, soprattutto se non è possibile la scelta dei posti e potreste viaggiare lontani dal vostro bambino.

Un blog utile alle famiglie che vogliono organizzarsi per un viaggio e sono alla ricerca di consigli utili, di luoghi da visitare e di modalità per visitarli è quello creato da Barbara Milani, mamma di un bambino autistico, che nel suo unafamigliainblu.it propone a tutti le sue esperienze vissute con la sua famiglia, dalle strutture ricettive più accoglienti ai suggerimenti tecnici e preziosi da seguire durante il viaggio.


Visita il sito: il mio amico pediatra

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo oppure regalaci un mi piace sulla nostra pagina facebook

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...